Cannes 2014. Jimmy’s Hall

Jimmys-Hall-Poster

Jimmy’s Hall **1/2

Il penultimo giorno del concorso ufficiale, ci porta l’annunciato ultimo film di Ken Loach.

Sono passati dieci anni dalla fine della guerra civile irlandese, quella messa in scena ne Il vento che accarezza l’erba, ma l’Irlanda non è ancora un paese pacificato.

Il ritorno di Jimmy Gralton nella contea di Leitrim nel 1932, dopo dieci anni di esilio negli Stati Uniti, mette in agitazione i suoi concittadini.

Jimmy era un leader, che nella sua sala da ballo aveva consentito a tutti di divertirsi e di imparare gratis qualcosa. Lezioni di ballo, di canto, di musica, di letteratura.

Al suo ritorno però le cose sembrano essere molto cambiate: la sala è stata chiusa, la ragazza amata un tempo si è sposata e la Chiesa non vuole perdere l’egemonia culturale in materia educativa.

Quando i giovani della contea spingono Jimmy a riaprire la sala, con l’aiuto di molti, Padre Sheridan prende nota di tutti i partecipanti e la domenica mattina a messa li attacca pubblicamente.

La situazione precipita, quando Jimmy tiene un pubblico discorso, in favore di una famiglia sfrattata dalla propria casa, dal proprietario latifondista.

I fascisti locali nel frattempo si alleano con la Chiesa e Jimmy è di nuovo costretto alla fuga…

Ken Loach gioca sul sicuro con Jimmy’s Hall. Racconta un personaggio realmente esistito. E lo fa con il consueto stile invisibile, senza sussulti e senza troppe pretese.

Quello che conta, da sempre, nel suo cinema più esplicitamente politico è la condivisione di una storia emblematica, di sfruttamento e ribellione al conformismo storico e religioso, in nome della libertà e del progresso.

Anche questo Jimmy’s Hall segue il medesimo schema, senza peraltro un grande crescendo narrativo e senza particolari emozioni.

Loach racconta ancora una volta la sconfitta onorevole dei giusti, che pur vinti, non hanno piegato la schiena di fronte al potere.

Bello, giusto, rassicurante. Ma anche terribilmente prevedibile e consolatorio.

Annunci

Un pensiero riguardo “Cannes 2014. Jimmy’s Hall”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.