Sundance 2014. Sesto report

White bird in a blizzard 1

Ultimo report dal Sundance prima dei premi.

Cominciamo con la specialità della casa, le rom-com.

Paul Rudd ed Amy Poehler sono i protagonisti del film di David Wain They Came Together: il film è una parodia che prende in giro i clichè del genere.

Lei gestisce un piccolo negozio di caramelle, lui lavora per una mega corporation del settore e qualsiasi riferimento a C’è posta per te è forse voluto… il film resta a metà strada tra la satira e l’omaggio, con gustoso equilibrio.

Il secondo film da segnalare è White Bird in a Blizzard di Gregg Araki.

L’originalissimo regista americano di Mysterious Skin e Kaboom, questa volta racconta la storia di un’adolescente (Shailene Woodley) e della sua famiglia incredibilmente disfunzionale: il padre (Christopher Meloni) è un sempliciotto e la madre (Eva Green) è un’alcolizzata che odia la sua famiglia, la sua vita e vuole solo vivere come se avesse ancora 17 anni, perennemente depressa ed immatura.

Le cose si complicano quando la figlia scompare senza lasciare traccia, trascinando la famiglia in una spirale di bugie, odio e sesso promiscuo.

Il film si muove in un’atmosfera tra realtà e sogno e vale la visione anche solo per la performance di Eva Green.

Particolarmente interessante anche il documentario di Göran Hugo Olsson Concerning Violence, un’esplorazione intelligente del lavoro di Franz Fanon sui movimenti di ribellione al colonialismo nell’Africa degli anni ’60 e ’70.

William H.Macy debutta dietro la macchina da presa con Rudderless: Billy Crudup è un executive pubblicitario di successo la cui vita cambia radicalmente quando il figlio viene ucciso in una strage a scuola.

La sua vita si trasforma in un incubo fatto di alcool e solitudine.

Il film poi si sposta in avanti di qualche anno e ritroviamo Sam di nuovo sobrio che vive a bordo di una barca e sbarca il lunario dipingendo case per un società immobiliare: cercando di mettere ordine nelle cose del figlio, scopre la musica che aveva scritto prima di morire.

Decide così lui stesso di suonarla nel bar del posto, fino a che un un’altro giovane musicista. Anton Yelchin, non se innamora e lo coinvolge in un gruppo. Nel film c’è anche Selena Gomez, in un ruolo chiave.

White bird in a blizzard 3

 

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.