Venezia 2013. La prima neve

MANIFESTO LaPrimaNeve 70X100

La prima neve *1/2

Documentarista prolifico e regista da tenere d’occhio, dopo il pregevole Io sono lì, presentato a Venezia due anni fa, Andrea Segre torna al Lido con un nuovo film, La prima neve, ambientato nel Trentino, dove un immigrato di colore diventa l’assistente di un falegname, che abita sperduto in una piccola valle, dove produce miele e saggezza.

L’immigrato ha perso la moglie di parto. Il falegname ha perso un figlio: assieme a lui sono rimasti la nuora e il nipotino, biondo, sveglio e insofferente alla scuola.

Il ragazzino preferisce correre in moto nei boschi, dove assieme ad un paio di amici ha costruito un rifugio segreto con legno e sassi.

Pian piano tra lui e l’immigrato si formerà un rapporto di grande complicità.

Segre costruisce il film annegandolo nel miele prodotto dai suoi protagonisti. Un trionfo appiccicoso di buoni sentimenti, degni del peggior De Amicis, in cui tutti sono buoni e tutti soffrono terribilmente, per colpe non loro.

Una favola senza capo nè coda, che racconta l’immigrazione con toni felici e idilliaci. Gli immigrati si integrano perfettamente, vengono aiutati dai loro connazionali e dai locali che vanno a fargli la spesa quotidianamente, trovano lavoro e compagnia. Eppure, capitati in questo paradiso trentino, sognano di emigrare a Parigi, al XIX arrondissement, ad un passo dalla banlieu, dove certo non troveranno i bei boschi italiani, i bambini biondi con gli occhi azzurri e le belle mamme disponibili e infelici…

Il film di Segre fa dimenticare quanto di buono aveva raccontato con la sua opera prima, ambientata a Chioggia e, nonostante l’uso esagerato di dolcificante, lascia in bocca un sapore doppiamente amaro: per l’occasione sprecata e per l’invadenza della Film Commission locale, che sembra far capolino in ogni inquadratura.

Una delusione inattesa.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.