A room with a view: Mads Mikkelsen e Il sospetto

A pochi giorni dall’arrivo nelle sale italiane de Il sospetto (titolo inglese The Hunt) di Tomas Vinterberg,  vi segnaliamo l’intervista che il protagonista Mads Mikkelsen ha rilasciato lo scorso giugno, in occasione dell’uscita inglese di En Kongelig Affaere (2012), magnifica produzione danese in costume (che non vedremo mai sui nostri schermi) sul triangolo tra Re Christian VII, la moglie Carolina e il medico di corte manipolatore Johann Struensee, interpretato proprio da Mikkelsen.

If I was doing The Hunt constantly, I would get very old, very fast.”

L’attore danese riflette sulla doppia natura della sua carriera: in Europa, protagonista di film indipendenti, scomodi, spesso controversi – è il caso de Il sospetto, presentato in anteprima mondiale a Cannes e per cui ha vinto il premio per la migliore interpretazione maschile. Nelle superproduzioni hollywoodiane, invece, Mikkelsen finisce sempre a interpretare il cattivo di turno, spesso con dettagli fisici raccapriccianti – come le lacrime di sangue del banchiere LeChiffre in Casino Royale.

Una bellezza ambigua, quella di Mikkelsen: fascino sottile che, unito a un grande talento interpretativo, lo rende sufficientemente versatile per una gamma di ruoli molto diversi tra loro.

Il sospetto uscirà nei cinema italiani il prossimo 22 novembre.

Annunci

Un pensiero riguardo “A room with a view: Mads Mikkelsen e Il sospetto”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.