Venezia 2012. O Gebo e a sombra

O Gebo e a sombra **

Fuori concorso

Manoel De Oliveira torna a Venezia fuori concorso con un nuovo film, che rispettosamente sconsigliamo.

Il racconto di gebo, anziano contabile che vive con la moglie e con la nuora, in attesa del ritorno a casa del figlio, poco di buono che non è riuscito a realizzarsi nella vita, è la trasposizione di un’opera teatrale portoghese degli anni venti.

Si parla di denaro naturalmente, di povertà, di fallimenti e di scorciatoie disoneste.

Ma lo si fa appunto parlando. In una sorta di sessione di teatro filmato i quattro protagonisti ed un paio di comprimari, non escono mai dal cupo appartamento che abitano. Con inquadrature pressochè fisse e lunghissimi piani sequenza, De Oliveira li film mentre recitano.

Il gioco è talemente scoperto da diventare stucchevole.

Claudia Cardinale ha ricordato che De Oliveira ha completato il film in 25 giorni: non stentiamo a crederlo, anzi avremmo giurato in una lavorazione ancor più breve…

Un film falado, senza dubbio. Nulla di più.

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.