Frank or Francis. Il nuovo film di Charlie Kaufman

Premio Oscar per Eternal Sunshine of the spotless mind, autore tra i più sulfurei di Hollywood, Charlie Kaufman torna alla regia dopo Synecdoche New York, inedito in Italia, per mettere alla berlina il mondo del cinema e dei blog.

charlie

Da Bad Taste scopriamo qualche dettaglio della trama, incentrata sullo scontro tra un regista impegnato e idolatrato dall’Academy e un blogger che lo disprezza.

I personaggi principali non sono due, bensì tre, e le loro storie si sviluppano in parallelo per incrociarsi solo saltuariamente prima del finale, insieme a quelle di moltissimi altri personaggi secondari.
Steve Carell interpreta Frank Arder, un regista che sale alla ribalta dopo che il suo film, intitolato You, ottiene un record di 29 nomination agli Oscar. Abbiamo poi il blogger Francis, interpretato da Jack Black, un perdente arrogante che vive nell’attico dei genitori e si è guadagnato una certa fama online per il modo in cui distrugge i film di Hollywood con le sue critiche. Infine troviamo Alan Modell, un comico noto per i suoi ruoli di Fat Dad (una sorta di professore matto alla Eddie Murphy), ma la cui carriera è ormai in crisi. Alan dovrebbe essere interpretato da Nicolas Cage.

Ognuno di questi personaggi ha due diverse trame sentimentali, ma troviamo anche una cameriera rumena e due pollici a forma di fantasma che discutono di politica. Aggiungiamoci Jonathan Waller, un regista noto per aver diretto una pellicola epica intitolata Hiroshima, che non riesce però a vincere il titolo di miglior film. Dopo la sconfitta, Jonathan e suo fratello Richard creano Richard’s Head, un grosso cervello elettronico programmato per esaminare matematicamente tutti gli script di maggior successo della storia, per poi scrivere la sceneggiatura perfetta: God. Nientemeno che Kevin Kline è stato recentemente scritturato in un duplice ruolo: quello di Richard e quello di Richard’s Head, il supercomputer.

Parlando di metacinema, sappiamo che nel corso del film avremo modo di vedere diverse scene di You, la storia di un senzatetto interpretato dallo stesso regista Frank Arder (ovvero Steve Carell), che interpreta anche ogni altro personaggio nel film, incluse donne, bambini e personaggi di altre etnie.

Oltre a questo occorre riferire che il film sarà un musical!

In una intervista a Time Out, Kaufman ha affermato: il film parla di critica cinematografica, ma come sempre il mondo di cui sto parlando non è necessariamente il mondo di cui sto parlando. È solo un posto in cui ambientare la storia. C’è molto materiale riguardo a internet e alla rabbia: culturale, sociale e individuale. E riguardo all’isolazione in quest’epoca particolare in cui viviamo. E la competizione: l’idea che la gente oggi voglia essere vista.

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.