Il cinema si allunga sempre più: Oppenheimer durerà 3 ore e Rebel Moon diviso in due

Due notizie uscite quasi contemporaneamente ci dicono quanto il cinema si allunghi in sala e su piattaforma, veros durate considerate proibitive e riservate per lo più a kolossal in costume.

Durerà 3 ore Oppenheimer, il film di Christopher Nolan dedicato al fisico del Progetto Manatthan, che realizzò la bomba atomica, interpretato da Cillian Murphy e da un cast pressochè infinito composto da Emily Blunt, Matt Damon, Robert Downey, Jr. e ancora da Rami Malek, Florence Pugh, Benny Safdie, Josh Hartnett, Matthew Modine, Kenneth Branagh, Jason Clarke, Jack Quaid, Josh Peck, Michael Angarano, Dane DeHaan, David Krumholtz, Alden Ehrenreich, David Dastmalchian, Alex Wolff, Casey Affleck, con Gary Oldman nel ruolo del Presidente Harry Truman.

Sarà il primo film di Nolan nel nuovo secolo non distribuito da Warner Bros e da noi arriverà il 23 agosto 2023: con questa durata annunciata sarà il più lungo della carriera di Nolan.

Contemporaneamente un altra notizia ci dice che Zack Snyder, scelto proprio da Nolan per continuare l’universo narrativo della DC, prima del naufragio della sua Justice League, ha abbandonato anche lui la Warner e con Netflix ha girato Rebel Moon. 

Il film è così lungo che è stato diviso in due parti: la prima uscirà a Natale.

Il responsabile del sonoro ha dichiarato a /Film: “Abbiamo appena fatto il primo mix temporaneo per l’anteprima della prima parte, ed è molto eccitante. È un’aventura spaziale grande, enorme – probabilmente non vogliono che lo dica – alla Star Wars,  con i ‘ribelli contro l’impero del male’ su tutti i tipi di mondi diversi. E’davvero divertente. Ci saranno due film. Penso che lo stiamo mixando da giugno a febbraio. E ci saranno anche versioni R-rated estese di ciascuno dei due film”.

Sophia Boutella è l’eroina protagonista, affiancata da Ed Skrein nel ruolo del villain Balisarius, Djimon Hounsou, Michiel Huisman, Charlie Hunnam e Anthony Hopkins. Nel cast ci saranno anche Doona Bae, Ray Fisher, Staz Nair, Jena Malone, Stuart Martin, Cary Elwes, Corey Stoll, Cleopatra Coleman.

E così mentre la Lucasfilm annaspa accumulando copioni mai realizzati, Snyder ha realizzato la sua avventura spaziale R-rated altrove e ha già girato i due primi capitoli. Funzionerà?

Quello che è certo è l’esplosione incontrollata del minutaggio di film che una volta non avrebbero sforato i 120 minuti.

Se l’ultimo Scorsese si prolungava per 3 ore e 29 minuti e il prossimo pare avviato verso la stessa durata, se Avatar 2 superava abbondantemente le 3 ore e persino John Wick ci ha inchiodati alle poltrone per 2 ore e 39 minuti, fino alla scena posta alla fine dei lunghissimi crediti, i motivi possono essere molteplici: incapacità di sintesi, influenza delle narrazioni seriali, ruolo della fruizione casalinga, necessità di giustificare budget sempre più elefantiaci e cast di stelle lunghi come l’elenco del telefono di Los Angeles? O più banalmente la necessità di creare le condizioni che spingano le persone a mettersi in fila per entrare in luogo ormai poco frequentato come la sala cinematografica, facendo intuire la misura imperdibile dell’evento?

E voi, cosa ne pensate?

Pubblicità

Un pensiero riguardo “Il cinema si allunga sempre più: Oppenheimer durerà 3 ore e Rebel Moon diviso in due”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.