Free Guy

Free Guy **

Il nuovo film del produttore e regista canadese Shawn Levy (Una notte al museo, Stranger Things, Arrival) è un curioso oggetto cinematografico postmoderno, in cui una commedia romantica si innesta su un action vertiginoso e si muove sul confine tra realtà e videogame

In Free Guy si possono rinvenire frammenti delle riflessioni sull’intelligenza artificiale di Lei, della solitudine di chi scopre di vivere in un mondo chiuso per il divertimento degli altri di Truman Show, l’ironia degli action di Ryan Reynolds e il romanticismo di una delle tante commedie indie: tutto frullato in un sorbetto al gusto di bubble gum.

Il protagonista è Guy, un commesso di banca nel gioco Free City: vestito con camicia azzurra, cravatta regimental e pantaloni beige, vive la routine anonima di tutti i PNG, ovvero i personaggi non giocanti, quelli che restano sullo sfondo, vittime anonime dell’ennesimo sparatutto iperviolento.

Free City è il grande successo della Swoomi, la società del burbero Antwan, che l’ha creato probabilmente usando un codice sorgente ideato da Millie e Keys, due giovani programmatori promettenti.

Antwan ha comprato il loro gioco, senza mai metterlo in produzione, e ha assunto Keys. Millie però sospetta che dentro Free Guy ci sia l’intelligenza artificiale che avevano creato.

La risposta arriva presto, perchè il personaggio di Guy esce improvvisamente dal suo loop marginale e per amore di un altro personaggio, Molotov Girl, cambia radicalmente il suo destino, diventando un eroe positivo all’interno dell’universo dei giocatori di Free City.

La sua popolarità mette in crisi il lancio del sequel del gioco, mentre Millie cerca le prove della sua intuizione, all’interno del gioco.

Il film di Levy ruba intelligentemente elementi diversi a molti film del passato ed anche se non raggiunge le vette filosofiche e metafisiche di alcuni di questi, si propone come un divertimento intelligente, autoconsapevole e certamente riuscito.

Il personaggio che si ribella al suo destino secondario e prende vita per cambiare la sua narrazione è un’idea che affonda nella cultura del nostro Novecento, da Pirandello sino ad A.I.: qui Levy e gli sceneggiatori Matt Lieberman e Zak Penn (Last Action Hero, Men in Black, The Avengers, Ready Player One) lo utilizzano come vessillo di una libertà ritrovata, di un’autodeterminazione consapevole che rompa ruoli e schemi all’interno dei quali la società preferisce che ci si muova.

Guy dal punto di vista drammatico diventa il motore dell’azione, spingendo Millie e Keys a mettersi contro l’odioso Antwan, per rivendicare non solo l’originalità del proprio lavoro, sfruttato e depredato dalla multinazionale disonesta che pensa solo al profitto, ma anche per affermare la possibilità di creare giochi in cui l’iperviolenza non è l’origine e la fine di tutto.

Free Guy è, in fondo, un feel good movie, pieno di quell’ottimismo tipico delle commedie romantiche, in cui Davide batte Golia e in cui Cyrano trova il coraggio di dichiararsi alla sua Rossana.

Ryan Reynolds è nella sua confort zone, tra action e autironia: camiciola Guy sembra il fratello buono di Deadpool. Jodie Comer comincia a sfruttare il successo di Killing Eve, ma non pare completamente a suo agio nel doppio personaggio di Millie e Molotov Girl. Joe Keery viene da Stranger Things ed ha la faccia giusta del nerd innamorato.  A Taika Waititi spetta il ruolo del villain Atwan, che recita costantemente sopra le righe, facendone un cliché senza grande spessore, ma anche la sceneggiatura gli lasca davvero poco su cui lavorare.

Un divertissement estivo, certo, ma da cui si esce senzala sensazione di essere stati defraudati del proprio tempo.

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.