Venezia 2017. Tutti i film della Mostra

Sarà una mostra ricchissima di contenuti quella che si aprirà con Downsizing di Alexander Payne la sera del 30 agosto prossimo.

Certo, mancherà Blade Runner 2049, ma ci sarà molto altro. Presentissimi gli americani, innanzitutto, con cinque film in concorso, oltre quello di Del Toro. Ricca la selezione francese con il maestro Kechiche che porta al Lido il primo film di un dittico, che forse potrà evolvere anche in una trilogia.

Sono pochissimi i film che Barbera avrebbe voluto e che non è riuscito ad avere: quelli che ha citato sono Last Flag Flying di Richard Linklater e Hostiles il western di Scott Cooper con Christian Bale. Il primo aprirà il New York Film Festival e il secondo sarà a Telluride.

La prima sezione presentata in conferenza stampa è Cinema in Giardino, che occuperà la sala nuova, inaugurata l’anno scorso, e dedicata al pubblico, con classici restaurati, serie, film di genere e popolari.

Quest’anno si vedranno i primi due episodi diretti da Michele Placido di Suburra – la serie, prodotta da Netflix, Tueurs un film francese con Olivier Gourmet, Woodshock delle sorelle Mulleavy con Kirsten Dunst, Controfigura con Filippo Timi e Valeria Golino.

Ad Orizzonti ci saranno 19 film in concorso. L’apertura è Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli, ci saranno tra gli altri Marvin di Anne Fontaine con la Huppert, Caniba di Paravel & Castaing-Taylor, i due registi di Leviathan, Brutti e Cattivi di Cosimo Gomez, con Santamaria e D’Amore, Invisible di Pablo Giorgelli, il regista di Las Acacias, No date no signature di Vahid Jalilvand, Krieg di Nick Ostermann che aveva già presentato Wolfskinder tre anni fa.

In gara anche l’animazione italiana, tratta da Basile, La gatta cenerentola, e il nuovo film di Winspeare, La vita in comune, e Under the tree dello svedese Sigurdsson.

Fuori concorso si vedranno tra le altre cose, un corto di Gianni Amelio su Amatrice, Casa d’altri, e Thriller in 3D di John Landis, naturalmente Our Souls at Night con Redford e la Fonda Leoni d’Oro alla carriera, Victoria & Abdul di Stephen Frears con Judi Dench e Loving Pablo, tratto dalla biografia della giornalista amante di Pablo Escobar, con Bardem, la Cruz e Saarsgaard, il travagliatissimo Zama di Lucretia Martel, prodotto da Almodovar, il nuovo doc di Errol Morris, Wormwood, Diva di Francesco Patierno, un film tra tra doc e fiction su Valentina Cortese, il ritorno di James Toback con The private Life a Modern Woman interpretato da Sienna Miller, Il colore nascosto delle cose di Silvio Soldini con Valeria Golino e Adriano Giannini.

Sempre Fuori concorso il documentario di William Friedkin sull’esorcista italiano The Devil and Father Amorth, Piazza Vittorio di Abel Ferrara, My Generation con Michael Caine, il violentissimo film di mezzanotte Brawl in Cell Block 99 con Vince Vaughn e Outrage Coda di Takeshi Kitano, che sarà il film di chiusura della Mostra.

E infine il Concorso, che si apre, dopo Downsizing con mother! di Darren Aronofsky con la Lawrence e Bardem e con Suburbicon di Clooney, scritto dai Coen , con Matt Damon e Julianne Moore.

Tra 21 film selezionati ci  saranno anche The Shape of Water di Guillermo Del Toro, La villa di Guediguian, Lean on Pete di Andrew Haigh, l’attesissimo Mektoub My Love: canto uno di Kechiche, The Third Murder di Koreeda Hirokazu, Foxtrot di Samuel Maoz, Leone d’Oro con Lebanon, Three Billboards Outside Ebbing, Missouri di Martin McDonagh, First Reformed di Paul Schrader, Ex Libris del grande documentarista Frederick Wiseman sulla New York Public Library.

Quattro gli italiani: Ammore e malavita dei Manetti Bros., Hannah di Andrea Pallaoro con Charlotte Rampling, Una famiglia di Sebastiano Riso con Micaela Ramazzotti e Matilda De Angelis, The Leisure Seeker di Paolo Virzì, con Sutherland e la Mirren.

La scelta di Barbera è stata anche quest’anno piuttosto coraggiosa e inconsueta. L’anno scorso non ha pagato. Forse questa volta ci sono speranze maggiori.

Le sorprese potrebbero venire poi da Human Flow dell’artista Ai Weiwei, Jusque à la garde dell’esordiente assoluto di Xavier Legrande, Angels Wear White della cinese Vivian Qu o Sweet Country dell’aborigeno Warwick Thornton.

Tra i selezionati, solo sei sono i registi che erano già stati in concorso a Venezia. I molti esordienti sono un bel segnale di rinnovamento per la Mostra, che si è sempre misurata in questi anni più con la scoperta del talento, che con la sua conferma.

CONCORSO

Downsizing di Alexander Payne (Film d’apertura)
Human Flow di Ai Weiwei
mother! di Darren Aronofsky
Suburbicon di George Clooney
The Shape Of Water di Guillermo del Toro
L’Insulte di Ziad Doueiri
La Villa di Robert Guediguian
Lean On Pete di Andrew Haigh
Mektoub, My Love: Canto Uno di Abdellatif Kechiche
The Third Murder di Hirokazu Kore-eda
Jusqu’à La Garde di Xavier Legrand
Foxtrot di Samuel Maoz
Three Billboards Outside Ebbing, Missouri di Martin McDonagh
Hannah di Andrea Pallaoro
Ammore e Malavita di Manetti Bros
Angels Wear White di Vivian Qu
Una Famiglia di Sebastiano Riso
First Reformed di Paul Schrader
Sweet Country di Warwick Thornton
The Leisure Seeker di Paolo Virzi
Ex Libris – The New York Public Library di Frederick Wiseman

FUORI CONCORSO – FICTION

Our Souls At Night di Ritesh Batra
Victoria & Abdul di Stephen Frears
La Mélodie di Rachid Hami
Outrage Coda di Takeshi Kitano
Loving Pablo di Fernando Leon De Aranoa
Diva! di Francesco Patierno
La Fidèle di Michael R. Roskam
Il Colore Nascosto Delle Cose di Silvio soldini
The private life Of A Modern Woman di James Toback
Brawl In Cell Block 99 di S. Craig Zahler
Zama di Lucrecia Martel
Wormwood di Errol Morris
Il Signor Rotpeter di Antonietta de Lillo

FUORI CONCORSO – DOCUMENTARI

Cuba And The Cameraman di Jon Alpert
The Devil And Father Amorth di William Friedkin
This Is Congo di Daniel McCabe
Jim & Andy: The Great Beyond. The Story of Jim Carrey, Andy Kaufman and Tony Clifton di Chris Smith

PROIEZIONI SPECIALI – FUORI CONCORSO

Casa d’altri di Gianni Amelio
Michael Jackson’s Thriller 3D di John Landis
The Making Of Michael Jackson’s Thriller di Jerry Kramer

PROIEZIONI SPECIALI – DOCUMENTARI

La Lunga Strada del Ritorno di Alessandro Blasetti
Barbiana ’65 La Lezione di Don Milani di Alessandro G. A. D’Alessandro
Lievito Madre, Le Ragazze del Secolo Scorso di Concita de Gregorio ed Esmeralda Calabria

ORIZZONTI

Nico 1988 di Susanna Nicchiarelli (FILM D’APERTURA)
Disappearance di Ali Asgari
Espèces Menacées di Gilles Bourdos
The Rape Of Recy Taylor di Nancy Buirski
Caniba di Lucien Castaing-Taylor e Verena Paravel
Les Bienheureux di Sofia Djama
Marvin di Anne Fontaine
Invisible di Pablo Giorgelli
Brutti e cattivi di Cosimo Gomez
The Cousin di Tzahi Grad
The Testament di Amichai Greenberg
No Date, No Signature di Vahid Jalilvand
Los Versos Del Ovido di Alireza Khatami
La Nuit Ou J’ai Nagé di Damien Manivel e Igarashi Kohei
Krieg di Rick Ostermann
West Of Sunshine di Jason Raftopoulos
Under The Tree di Hafsteinn Gunnar Sigurdsson
La Vita In Commune di Edoardo Winspeare
Gatta Cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone

CINEMA NEL GIARDINO

Manuel di Dario Albertini
Controfigura di Ra Di Martino
Woodshock di Kate and Laura Mulleavy
Nato a Casal di Principe di Bruno Oliviero
Suburra di Michele Placido, Andrea Molaioli e Guiseppe Capotondi
Tueurs di Francois Troukens e Jean-Francois Hensgens

BIENNALE COLLEGE

Beautiful Things di Georgio Ferrero
Shadeed Martyr di Mazen Khaled
Strange Colours di Alena Lodkina

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

Light Years di Manuel Abramovich
Evviva Giuseppe di Stefano Consiglio
La Lucida Follia di Marco Ferreri di Selma Jean Dell’Olio
L’Utopie des Images de la Revolution Russe di Emmanuel Hamon
The Prince and the Dybbuk di Elwira Niewiera
La Voce di Fantozzi di Mario Sesti
This is the War Room! di Boris Hars-Tschachotin

 

 

 

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...