A kind of Blu: The Amazing Spider-Man 2

spider man2  bluray

FILM

E’ disponibile dal 10 settembre il diamante di punta dell’Home Video targato Sony: The Amazing Spider-Man 2 – il potere di Electro esce in HD su un disco Blu-Ray promettente in ogni versante: video, audio e contenuti speciali.
Già il primo capitolo del nuovo reboot dedicato all’uomo ragno aveva stupito per la qualità tecnica sfoggiata dalla copia casalinga; il secondo film di Marc Webb non è da meno e porta ancora più in alto la soglia degli “eccellenti trattamenti”, ovvero quel ristretto circolo di dischi demo, per così dire da riferimento, con cui il nostro televisore/proiettore full HD può esibire ogni pixel nel più profondo dettaglio. In questa personale classifica gli appassionati piazzano sul podio il Blu-Ray Disc che più li ha affascinati per purezza visiva e sonora: l’elenco è lungo ma se li avete acquistati/noleggiati in precedenza i nomi di Oblivion, Samsara e The Lone Ranger dovrebbero suggerirvi che l’ambita medaglia d’oro di questa divisione è il più delle volte frutto di una lunga ed ammirevole postproduzione, apprezzata in sala e poi applaudita tra le mura domestiche previo l’orgoglioso ghigno del fan che in ultimo stabilirà se la salivazione incontrollata sia dovuta all’esimio sfruttamento delle potenzialità del Blu-Ray o alla gioia di aver imboccato a volontà il proprio sistema home cinema.

The Amazing Spider-Man 2 ha le carte giuste per instaurarsi nella categoria perché ottiene il massimo rendimento dal supporto a doppio strato BD50 dissanguandolo al 90% ca. con una traccia video in full HD 1080p in formato panoramico 2.40:1 e una selezione audio in codifica lossless DTS HD Master 5.1 a profondità 16 bit; lo spazio che video e audio non ingombrano è dedicato poi ad una pletora di contenuti speciali tra cui scene eliminate notevoli e interviste al cast per oltre 2 ore di curiosità.

stanze spider-man 2.3

VIDEO
“Masterizzato in 4K” nel vocabolario Sony significa derivante da un master cinematografico 4K, ossia un tripudio di bontà audio-visiva non compressa riservata agli addetti ai lavori da cui si ricavano le copie destinate alle sale. La sigla riportata in banda blu nel retrocopertina può essere fuorviante.. di fatto non si stringe tra le mani un disco in 4K bensì in full HD pur strepitoso che sia.
Così mentre il progresso tecnologico mira ai dischi Blu-Ray di nuova generazione (i discussi Blu-ray 4K dai molteplici strati), i televisori UltraHD si svalutano per via di un mercato in recessione e per un pubblico che in buona parte non ha tuttora colto i benefici del primo HD, Sony Pictures etichetta con la label “mastered in 4K” i gioielli del suo catalogo Home Video anticipando quindi il venturo caos di sfoggio di sigle, quando troveremo (dai servizi in streaming alla pay-per-view) un piccolo logo in basso a destra con impresso 4K, UltraHD o 2160p, ognuno perso nel pressapochismo della sua valenza.
Contando di un master qualitativamente strabordante, il disco Sony non implementa solo il grado di definizione ma anche quello dello spazio colore tramite il Super Bit Mapping (SBMV) offrendo una profondità cromatica più densa sui sistemi compatibili con xvYCC.
Il lanciaragnatele newyorkese abbandona i cunicoli delle fognature e le penombre dei parcheggi per planare tra i grattacieli della metropoli analogamente al secondo film della trilogia diretta da Raimi: Spider-Man è una figura consacrata, certa, documentata e pare che non importi più chi sia. Il crimine della Grande Mela necessita di attenzioni a tempo pieno e Andrew Garfield interpreta scrupolosamente la spossatezza di Peter Parker. Le prime sequenze infatti ci mostrano Spidy vs. Rhino, una rapina sventata su quattro ruote dal look tagliente che unisce sapientemente CGI ad effetti speciali e scenografie concrete. Le immagini iniziali già esemplificano la vivacità rosso-bluastra del costume, la lucentezza degli occhi a specchio e le texture del rinnovato costume; quando la mdp si sposta nella notturna Time Square illuminata dai grandi schermi pubblicitari, il trasferimento dà prova di restituire distintamente anche le tonalità basse: i neri sono profondi, il contrasto rimane ad alti livelli e la tridimensionalità del quadro è sempre tangibile. Il Blu-Ray esaminato non è generosissimo in termini di bitrate se si tiene conto che la media del flusso dati è di 22 Mbps con picchi di 30 Mbps; altri titoli Sony (pur dovendo sacrificare meno spazio per gli extra) osavano toccare le vette dei 34 Mbps con medie di 25/26 Mbps. Tuttavia la fluidità dei movimenti è assicurata e durante gli scontri più violenti (come quello finale alla centrale elettrica) non si rilevano difetti figli della compressione adottata, tantomeno fenomeni di banding e aliasing nei panorami e negli interni delle abitazioni.

stanze spider-man 2.6

AUDIO
L’orgoglioso ghigno dell’appassionato raccontato in incipit non colpisce solamente chi è attento alla fotografia. Quella smorfia di esaltazione s’incide anche sul viso degli audiofili specie quando la dinamica surround della traccia è realmente coinvolgente. E’ il caso di The Amazing Spider-Man 2. Inglese e italiano sono encodati in DTS HD Master 5.1 (bitrate 2,3 Mbps ca.) seguiti dai sottotitoli e dal commento del regista in Dolby Stereo.
I dialoghi suonano chiari e profondi, i diffusori posteriori interagiscono con moderazione riproducendo la colonna sonora e una ricca varietà di rumori di fondo che delizieranno gli amanti dei mix più acuti. La dimensione surround ricreata dai 6 diffusori è tridimensionale, agevole su più livelli e magistralmente trasversale, soprattutto nella sequenza del campanile.

stanze spider-man 2.4

EXTRA
9 scene eliminate tra cui “Peter incontra suo padre” con il commento del regista Marc Webb
Essere un eroe – la realizzazione di The Amazing Spider-Man 2 : più di 100 minuti di filmati che raccontano la creazione del film
Video musicale: “It’s on again” di Alicia Keys.
I contenuti speciali si avvicinano ai 139 minuti e costituiscono una intrigante e preparata immersione nei dietro le quinte del lungometraggio. Le scene eliminate donano più spessore ai personaggi e, nel caso del padre di Peter, si permettono di deviare la storia visionata in sala e ingarbugliare maggiormente la matassa delle Oscorp Industries. Alcuni segmenti non sono ultimati e ci vengono mostrati con la grezza computer grafica tipica delle fasi di pre-produzione: si tratta di superflue acrobazie dell’uomo ragno troppo rischiose da finanziare per poi subire il taglio in sala di montaggio.
I documentari sono divisi in sotto speciali che danno ampio spazio alla sceneggiatura: Webb sottolinea come il tema del tempo sia onnipresente e fatale per le sorti del franchise mentre negli speciali tecnici possiamo seguire Hans Zimmer nelle sue stanze; siamo abituati a vederlo lavorare in singolo o al limite in coppia (come ai tempi di The Dark Knight di Christopher Nolan) ma per Spider-Man il compositore ha collaborato con nuovi talenti per la realizzazione di uno score musicale dinamico, appropriato e riconoscibile nel panorama mainstream.

stanze spider-man 2.5

GIUDIZIO

****

Il disco Blu-Ray di The Amazing Spider-Man 2: il potere di Electro è tecnicamente ineccepibile e si è già guadagnato universalmente la carica di “demo disc”. La qualità eccelsa della catena video-audio unita al vigoroso reparto extra ne fanno uno dei migliori Blu-Ray Disc del 2014.

Nel player sotto la video recensione del supporto nell’edizione da collezione 2 dischi che include anche il trasferimento del primo capitolo.

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.