Alberto Barbera a Venezia. Marco Mueller a Roma

AGGIORNAMENTO

Il consiglio di amministrazione della Biennale di Venezia ha nominato Alberto Barbera direttore della Mostra del Cinema di Venezia per i prossimi 4 anni.

La prossima edizione si svolgerà dal 29 agosto all’8 settembre 2012.

Il più caloroso in bocca al lupo al nuovo direttore da parte di Stanze di Cinema. Siamo certi saprà essere all’altezza della sfida.

______________________________________________

Secondo Paolo Mereghetti ed il Corriere della Sera di questa mattina, i giochi sarebbero fatti.

Con la riconferma di Paolo Baratta alla Biennale di Venezia non c’era più spazio per un nuovo mandato di Marco Mueller alla Mostra del Cinema. I ponti tra i due erano stati già ampiamente bruciati, complice anche l’impegno dell’ex ministro Galan con Mueller, vanificato dalla sostituzione in corsa e dalla conferma di Baratta a furor di popolo, dopo la breve parentesi di Giulio Malgara, che non ha mai superato lo scetticismo e la contrarietà delle istituzioni veneziane.

A quel punto Mueller per non rimanere con il cerino in mano, si sarebbe offerto a Roma, convincendo la Polverini a perorare la sua causa, anche con il riluttante sindaco Alemanno, che ben si ricorda le dichiarazioni di Mueller sul festival capitolino.

La Polverini pare abbia minacciato di non ripianare i buchi di bilancio accumulati negli anni e con la forza delle buone ragioni e quella ancora migliore dei conti ha ottenuto quello che voleva.

Mueller sarà alla guida di una Festa rinnovata, che forse perderà anche la presidenza dell’immortale Gian Luigi Rondi: ma a Roma dovranno stare attenti, perchè Mueller mal sopporta ingerenze e direttive.

A Venezia dovrebbe tornare Alberto Barbera, già ottimo direttore nel 1999, 2000 e 2001, capace di portare Eyes Wide Shut sul Lido e di consegnare a Clint Eastwood un meritatissimo Leone alla carriera.

Il lavoro fatto al Museo del Cinema di Torino negli anni successivi è stato ottimo e speriamo che nella sua nuova squadra veneziana ci sia spazio per Emanuela Martini e per qualcuno dei bravissimi responsabili del TFF.

Con la scelta di Mueller, Roma diventa davvero un serio concorrente per la Mostra. Speriamo solo che scelga di seguire una strada diversa. Come Mueller ben sa, sul Lido c’è l’unico vero festival italiano di cui importi al mondo. Il resto è utile alla capitale ed ai distributori, ma rischia di penalizzare il cinema italiano a scapito dei cugini d’oltralpe.

Mueller punti al mercato, magari cerchi di spostare la rassegna, ne riplasmi la missione, facenda ritornare una festa di cinema per la città, senza obblighi di concorso e di anteprime.

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.