Cave of the forgotten dreams. Locandina e trailer

Werner Herzog è sempre formidabile. Questa volta ha scelto di girare un documentario in 3D, all’interno delle grotte di  Chauvet-Pont-d’Arc, dove sono stati ritrovati nel 1994 i più antichi dipinti rupestri della storia, datati 30.000 anni fa. Molto più vecchi di quelli scoperti a Lascaux.

Sin dalla sua scoperta, l’acceso è stato molto limitato, perchè anche il respiro dell’uomo potrebbe danneggiare i dipinti: solo un ristretto numero di ricercatori hanno potuto vedere i reperti.

Herzog gained extraordinary permission to film the caves using lights that emit no heat. But Herzog being Herzog, this is no simple act of documentation. He initially resisted shooting in 3D, then embraced the process, and now it’s hard to imagine the film any other way. The 3D format proves essential in communicating the contoured surfaces on which the charcoal figures are drawn. Beyond the walls, Herzog uses 3D to render the cave’s stalagmites like a crystal cathedral and to capture stunning aerial shots of the nearby Pont-d’Arc natural bridge.

Un’esperienza unica, indimenticabile, alle radici della nostra civiltà.

Ecco il trailer:

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.