T2 già online dopo la prima di Edimburgo? In realtà è solo un epic fail imbarazzante…

 

copertina-leak-traispotting

Come ogni anno c’è un grattacapo che accomuna tutti i produttori hollywoodiani: la stagione degli Oscar. Ma, al contrario di quanto si possa pensare, quel che attanaglia i finanziatori di ricchi progetti come l’acclamato La La Land o il futuribile Arrival, non è la corsa in sè. Ma l’inondazione pirata degli screener, i supporti DVD consegnati ai giurati dell’Academy. I dischi, nati con lo scopo di dare un’onesta anteprima del film uscito in sala, sono parecchi e vengono di norma spediti prima delle effettive nomination. Per cui sul web non mancano pellicole che non verranno mai prese in considerazione alle premiazioni del 26 febbraio . E’ il caso ad esempio dell’ultima fatica di Ben Affleck: Live by Night, flop di critica e di botteghino di cui una copia già circola in rete.

In un momento in cui torna in voga dibattere di pirateria e dei danni causati all’industria cinematografica è naturale che qualche strafalcione finisca in prima pagina. E’ quanto accaduto all’edizione scozzese del Sun, il famoso tabloid inglese che aveva ricevuto tante attenzioni dall’ex agente NSA Edward Snowden, ora sbeffeggiato dal portale TorrentFreak per aver pubblicato una storia palesemente falsa.

1

Come recita The Sun: “una copia pirata di Trainspotting T2 appare online.. Si sospetta che sia stata fatto durante la premiere a Edimburgo”. L’occhiello dell’indagine rafforza la gravità dell’accaduto: “Il video è apparso lo stesso giorno della premiere di Edimburgo ed è già stato scaricato 28000 volte.”

La pubblicazione assume sempre più le caratteristiche di un giallo: “Pare che un VIP dello staff di Trainspotting T2 abbia rubato una copia del tanto atteso sequel e l’abbia pubblicata su internet”.

Un caso così pericoloso che ha un precedente recente solo qualche anno fa, quando trapelò in rete un a clip di Deadpool: un leak vantaggioso che ha ingigantito la curiosità sul mercenario chiacchierone tanto da convincere la produzione a realizzare il film. Nonostante ciò, nessuno del cast implicato ha mai rivendicato il gesto.

deapool-leak

Se a distanza di anni non è ancora chiaro se sia stato l’attore Ryan Reynolds o il regista Tim Miller a diffondere la preview, pare che il Sun fosse già in possesso di un elenco dei sospettati. Come recita l’articolo: “Una versione di alta qualità è approdata online domenica, lo stesso giorno della sfarzosa premiere ad Edimburgo presenziata dall’intero cast tra cui Ewan McGregor, Robert Carlyle, Jonny Lee Miller, Ewen Bremner e Kelly Macdonald.”

A render ancor più monumentale l’epic fail la prima stima sul numero di visualizzazioni, una prova di evidenza degna del miglior Batman. “Il film è stato scaricato da più di 28000 fan e ha ricevuto recensioni positive, segno che si tratta di una copia genuina del lungometraggio. Normalmente se un file è un fake la community lo segnala di modo che altri non commettano l’errore di download. Ma con un così alto numero di scaricamenti sembra che la copia sia autentica […]” secondo il giornale. Ne segue lo screenshot di una pagina torrent, la prova del nove del misfatto.

2-screenshot-distorrent-t2-trainspotting

Peccato che l’autore si sia scavato una fossa ancora più profonda. Lo screenshot ricavato da Distorrent.com, uno degli innumerevoli cloni di KickassTorrents, mostra l’ingegnosa furbata del sito.

Non importa quel che si scrive nella barra di ricerca, Distorrent trova magicamente quel contenuto e genera una falsa pagina ad esso dedicata. Si trova di tutto: da Traispotting T2, Rocky 27, Jurassic World 2 e Star Wars The Last Jedi. E’ ovviamente un giochino per generare traffico e abbindolare gli internauti meno attenti.

Chi vi scrive non poteva esimersi da fare una prova.

3

Una semplice ricerca aggiuntiva avrebbe salvato il Sun dallo strafalcione.

Ma non è tutto. Per avvalorare la tesi il giornalista si è lanciato in disquisizioni tecniche tipiche dei leoni da tastiera. L’analisi del detective recita: “ La grandezza del file di 2.7 GB indica chiaramente che non si tratta di una copia in alta definizione […] Il che alimenta i sospetti che T2 Trainspotting sia stato filmato in sala da qualcuno durante la premiere”.

Nell’azzardare ipotesi il Sun ha azzeccato l’itinerario di un file pirata. Al momento dell’uscita in sala di una pellicola tanto attesa nel web spopolano, a distanza di qualche giorno, copie di pessima qualità (CAM in genere) riprese dai cinema con un audio surround ragguardevole , tanto che le colonne sonore si abbelliscono del russare degli spettatori.

L’articolo si conclude con le dichiarazioni di una fonte anonima: “Molti provider come Sky e Virgin danno il massimo per chiudere questi siti ma è impossibile rintracciarli tutti perché cambiano spesso server e localizzazione. Molti film finisco in rete in questa forma (CAM ripresi in sala ndr.). Eppure è sospetto che T2 sia finito online lo stesso giorno della premiere.”

Lasciamo alla linea scozzese del Sun altro tempo per accertare le indagini. E’ probabile che scopriranno anche i leak dei seguiti: Trainspotting 2, 3 e 4 tutti in ottima qualità e addirittura in Blu-ray !!

Advertisements

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: