The Twilight Saga: Breaking Dawn – parte 1

È arrivata finalmente nelle sale l’attesissima prima parte dell’ultima puntata della Twilight Saga…

Cinema strapieni – i fan della serie hanno atteso con ansia per quasi un anno e mezzo – e sembra che anche questa volta l’attesa non venga ripagata. Il fatto che il film abbia fatto il pieno di premi agli MtvMovieAwards&Co non è sicuramente un’assicurazione di buon spettacolo.

Con Twilight è un po’ come i dolori del travaglio, in questo caso rappresentati dall’assoluta mediocrità di quasi due ore di intrattenimento: ogni volta dimentichi di esserti contorta in maniera atroce, per attendere con ansia la prossima volta in cui il miracolo della tecnologia ci permetterà di ammirare gli addominali iridescenti di Pattinson.

Questa volta il regista di turno, Bill Condon, ha cercato di virare su un racconto più horror-love story, tutto concentrato su una gravidanza che ricorda la saga di Alien.

Sono da sottolienare una splendida fotografia, le scenografie, ma anche una colonna sonora meno efficace.

Il film di sicuro non riesce a far appassionare come ha fatto il libro, ma si nota un sincero miglioramento rispetto al primo esperimento cinematografico.

La spettatrice che è in me si chiede se la lettrice che è in me, quando affermava di aver amato i libri della serie, fosse sotto l’effetto degli stessi allucinogeni di cui dice aver fatto uso il regista, per pensare di aver fatto un buon lavoro, anche se almeno questa volta la messa in scena sembra essere più fedele al racconto di Stephenie Meyer.

Complimenti vanno a Kirsten Stewart/Bella per l’interpretazione: non so se la preoccupante magrezza fosse un effetto speciale o l’abbiano effetivamente affamata, ma la parte della morta le è riuscita in modo eccellente.

Chi si è trovato costretto ad accompagnare qualche fan, ha tutta la mia comprensione, per essersi sentito come un papà ad un concerto di una qualche boy-band con la figlia adolescente.

La sensazione è che non capisci perché ci sia tanto interesse per un’assurdità del genere, ma in fondo non riesci a non farti prendere dalla immortale faida tra lupi e vampiri.

Per fortuna o purtroppo abbiamo esattamente un anno per prepararci alla sfida finale: tempo che credo nessuno passerà con il fiato sospeso, ma che comunque, almeno per quanto mi riguarda, non potrò esimermi da andare a vedere…

2 pensieri riguardo “The Twilight Saga: Breaking Dawn – parte 1”

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.