La Disney temeva un flop per Jack Sparrow

In una curiosa intervista a Vanity Fair, Johnny Depp, impegnato sul set del quarto episodio dei Pirati dei Caraibi, ricorda i dubbi e le sfuriate della Disney, nel corso della lavorazione de La maledizione della prima luna.

Penso che sia stato Michael Eisner, che all’epoca era capo della Disney, a dire qualcosa come “sta rovinando il film”. Eravamo a queli livelli: promemoria, appunti, scene folli, telefonate, agenti, avvocati, gente che gridava, e io che ricevevo telefonate direttamente da ‘Disneytà Echeloniane Superiori’, e sentivo dire cose del tipo “Che ha che non va quel tizio? E’ una specie di sempliciotto strambo? E’ ubriaco? E, per la cronaca, è gay?”
La mia risposta, in particolare, alla signora della Disney che mi chiamò chiedendomi quelle cose, fu: “Ma non lo sapevate che tutti i personaggi che interpreto sono gay?”, cosa che la rese assai nervosa.

Ispirato al romanzo Mari Stregati di Tim Powers, il film è prodotto ancora una volta da Jerry Bruckheimer e dalla Walt Disney Pictures, scritto da Terry Rossio e Ted Elliot e diretto dall’inedito Rob Marshall (Chicago, Nine).

Nel cast di Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del Mare, oltre a Johnny Depp (Jack Sparrow), ci saranno Geoffrey Rush (Barbossa), Ian McShane (Barbanera), Penelope Cruz (sua figlia), Sam Claflin, Stephen Graham, Max Irons, Kevin McNally, Astrid Bergès-Frisbey, Yuki Matsuzaki e Gemma Ward.

Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del Mare uscirà il 20 maggio 2011.

 

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.