Il Blu-Ray stenta a decollare fuori dagli Stati Uniti

Una ricerca commissionata a Screen Digest, ha evidenziato la crisi dell’home video, nelle vendite mondiali.

Nei prossimi cinque anni il numero di Dvd e Blu-Ray venduti overseas è destinato a scendere del 3,5% all’anno, secondo le stime della società incaricata.

La differenza con gli Stati Uniti sarà sostanziale, poichè nel 2014 il Blu-Ray rappresenterà il 35% del mercato mondiale, mentre la quota americana sarà attorno al 68%, in mercato che comunque sembra destinato a crollare complessivamente nel quinquennio.

Neppure l’effetto Avatar ha spinto le vendite del Blu-Ray fuori dagli USA. In Inghilterra e nel resto del mondo solo 1 consumatore su 4 ha scelto il film di Cameron nel nuovo formato, mentre la percetuale è del 50% in America.

Un grosso limite all’affermarsi del nuovo formato è il costo. O meglio è il differenziale tra dvd e Blu-Ray, che non sembra destinato a ridursi, proprio per i prezzi da super saldo che molte catene hanno imposto al vecchio dischetto da 4,5 Gb.

In Inghilterra Avatar costava 8 sterline in dvd e 15 in Blu-Ray: troppo per un’economia ancora depressa ed in crisi di consumi superflui, come quella europea…

 

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.