Kathryn Bigelow racconterà la storia del soldato Bowe Bergdahl

THE HURT LOCKER

Kathryn Bigelow non ha smesso di fare i conti con il buco nero della Storia Americana del XXI secolo.

Dopo il premio Oscar per The hurt locker e le polemiche infinite per il capolavoro Zero Dark Thirty, assieme al compagno sceneggiatore Marc Boal torna per la terzo volta a raccontare la War on Terror, con la storia del soldato Bowe Bergdahl.

La sua storia è molto simile a quella raccontata dalla serie Homeland, con simmetrie inquietanti.

Catturato dai Talebani e tenuto prigioniero per cinque anni il soldato Bowe Bergdahl è stato liberato un paio di settimane fa in uno scambio di prigionieri.

La destra conservatrice ha gridato allo scandalo ed ha messo in discussione la fedeltà di Bergdahl.

Boal e la Bigelow hanno seguito la storia sin dall’inizio.

Il film sarà prodotto da Megan Ellison con la sua nuova compagnia, Page One.

Nel frattempo un progetto rivale targato Fox sembra essere in fase di sviluppo, con Todd Field incaricato di adattare un articolo del Rolling Stone su Bergdahl.

 

 

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.