Crimes of the Future: David Cronenberg torna sul set in agosto

AGGIORNAMENTO

La Neon, che è tra i distributori del film, ha aggiunto altri elementi e rivelato una sinossi.

Nel cast oltre a Mortensen ci saranno Léa Seydoux, Kristen Stewart, Scott Speedman, Welket Bungué, Don McKellar e Lihi Kornowski.

E la storia viene da uno dei personaggi del suo mediometraggio del 1970, come rivela Deadline:

“takes a deep dive into the not-so-distant future where humankind is learning to adapt to its synthetic surroundings. This evolution moves humans beyond their natural state and into a metamorphosis, altering their biological makeup. While some embrace the limitless potential of trans-humanism, others attempt to police it. Either way, ‘Accelerated Evolution Syndrome,’ is spreading fast. Saul Tenser is a beloved performance artist who has embraced Accelerated Evolution Syndrome, sprouting new and unexpected organs in his body. Along with his partner Caprice, Tenser has turned the removal of these organs into a spectacle for his loyal followers to marvel at in real time theatre. But with both the government and a strange subculture taking note, Tenser is forced to consider what would be his most shocking performance of all.”

________________________________________

E’ uno dei co-produttori, Robert Lantos, a svelare il prossimo progetto di David Cronenberg, che sembrava quasi aver abbandonato l’idea di girare nuovi film, quando ha ritirato il leone d’Oro alla Carriera a Venezia.

E invece in agosto, in Grecia e con Viggo Mortensen, dovrebbe girare un film intitolato Crimes of the Future. 

Secondo Mortensen si tratterebbe di uno ‘strano noir‘.

Queste invece le parole di Lantos.

“I am looking forward to returning to Greece to shoot another film with Argonauts. […] Athens is the perfect setting for ‘Crimes Of The Future,’ as it is bespoke tailoring for David Cronenberg’s unique vision of a future which intermingles with the past.”

La curiosità è che Crimes of the Future è il titolo del secondo film del regista canadese, un mediometraggio, spesso accoppiato al precedente Stereo, entrambi girati senza dialoghi e accompagnati da una voce fuori campo.

Il film del 1970 racconta di una catastrofica epidemia causata da un dermatologo che ha sterminato l’intera popolazione femminile.

Il nuovo Crimes of the Future partirà dalle suggestioni di 50 anni fa?

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.